Affresco della Lacrimazione | Santuario di Rho

La lacrimazione prodigiosa della Madonna del Santuario

Nel sec. XVI esisteva, lungo la strada del Sempione, presso il borgo di Rho, una piccola cappella votiva. Questa cappella era stata edificata all’inizio del secolo da un nobile, certo Della Croce, che in quel luogo era scampato fortunosamente all’assalto e alla rapina di alcuni malviventi.
Sul fondo della cappella era affrescata la Madonna Addolorata e ai suoi fianchi figure di Santi e di Apostoli.
Gli abitanti di Rho erano devoti a questa cappella. Nel pomeriggio di una domenica, il 24 aprile 1583, di ritorno dai Vesperi e dalla Dottrina in Parrocchia, due uomini passarono per un saluto e una preghiera all’Addolorata. Videro che dall’occhio sinistro (il destro guardando) della figura di Maria scendevano delle gocce oscure. Immaginando che si trattasse di umidità o delle conseguenze del passaggio a volo delle rondini (la cappella era aperta), presero un pannolino trovato sul posto e cercarono di ripulire il volto della Madonna.
Ma quale fu la loro sorpresa quando videro che sul pannolino erano impresse alcune gocce di sangue!

posa-prima-pietra
L’Arcivescovo di Milano di quel tempo, che era Carlo Borromeo, fatta esaminare e accertare la cosa, decise di costruire sul luogo una grande chiesa penitenziale, nella quale le persone potessero chiedere perdono del loro peccati: sono infatti i nostri peccati la causa dell’offesa di Dio, della morte di Gesù e della lacrime della sua Madre addolorata.

padre Mario Chiodi

3 Comments, RSS

Commenti

(function(i,s,o,g,r,a,m){i['GoogleAnalyticsObject']=r;i[r]=i[r]||function(){ (i[r].q=i[r].q||[]).push(arguments)},i[r].l=1*new Date();a=s.createElement(o), m=s.getElementsByTagName(o)[0];a.async=1;a.src=g;m.parentNode.insertBefore(a,m) })(window,document,'script','//www.google-analytics.com/analytics.js','ga'); ga('create', 'UA-60967609-1', 'auto'); ga('send', 'pageview');