CHE COSA SONO

EVO | Esercizi Spiriturali nella Vita OrdinariaGli Esercizi spirituali nella Vita Ordinaria sono un’esperienza personale di incontro con il Signore nella preghiera e nella vita quotidiana, con il coinvolgimento di tutte le dimensioni della persona.
Sono una sosta di silenzio, di incontro con noi stessi, con Dio e con i fratelli.

Presentazione della proposta: martedì 19 settembre 2017 alle ore 21.00 presso il Collegio.

Per informazioni: donfrancescoghidini@tiscali.it

QUAL È IL CENTRO DELL’ESPERIENZA
  • la relazione personale ed intima con il Signore
  • che porta gradualmente ad una vera crescita spirituale,
  • e si traduce in coerenti scelte di vita,
  • con la scoperta della propria identità spirituale.
QUAL È IL METODO

L’esperienza si ispira al modello degli Esercizi Spirituali proposti da S. Ignazio di Loyola e si svolge nella “ Vita Ordinaria” per favorire l’integrazione profonda tra preghiera e vita.

COSA RICHIEDONO
  • costanza nella partecipazione agli incontri di gruppo;
  • fedeltà al tempo di preghiera quotidiana;
  • incontro personale con la guida spirituale per la verifica del cammino percorso.
PER CHI SONO

Per ogni persona che non ha paura di impegnarsi in un cammino interiore esigente ma sicuro,

  • per dare senso alla propria esistenza,
  • per trovare motivazioni profonde al proprio impegno quotidiano,

Il SALE | Serenità, Amore, Libertà, Esperienza di DioUn uomo sentì un giorno nel cuore il desiderio di trovare il segreto della felicità.
Si mise allora in cammino, deciso a cercare finchè non l’avesse trovato.
Andò dai ricchi e dai potenti, ma gli dissero di essere insoddisfatti.
Andò dagli intelligenti e dai sapienti, ma scoprì che non avevano un cuore.
Andò dai giovani, ma molti ne trovò senza entusiasmo e incapaci di gustare la vita.
Andò da uomini sani e forti, ma li vide insicuri e disorientati.
Un giorno incontrò un uomo semplice, in niente diverso da tutti gli altri se non per la luce che gli brillava negli occhi. Sapeva che quello era il segno di un uomo felice, e gli chiese di rivelargli il suo segreto.
“Che cosa dà sapore a ciò che mangi?” gli chiese l’uomo felice.“Il SALE!” Rispose“Sappi dunque che c’è un sale anche per la vita: ne basta un pizzico per darle il sapore della felicità. Il mio sale è fatto di:
S-erenità, perché so di poter contare su un Padre che pensa a me;A-more, perché amare ed essere amato è la gioia del mio cuore;L-ibertà, dai compromessi, da tutto ciò che mi impedisce di essere autenticamente me stesso;

E-sperienza di Dio, che mi parla in tutto ciò che mi circonda ed in ogni esperienza della vita.

(function(i,s,o,g,r,a,m){i['GoogleAnalyticsObject']=r;i[r]=i[r]||function(){ (i[r].q=i[r].q||[]).push(arguments)},i[r].l=1*new Date();a=s.createElement(o), m=s.getElementsByTagName(o)[0];a.async=1;a.src=g;m.parentNode.insertBefore(a,m) })(window,document,'script','//www.google-analytics.com/analytics.js','ga'); ga('create', 'UA-60967609-1', 'auto'); ga('send', 'pageview');