SIGNIFICANTE – attesa è madre

Il mondo dell’Uno è sovrastato dal mondo del Due

poiché la nascita è sempre un evento del Due e mai dell’Uno;

è sempre un’esperienza radicalmente plurale.

(Massimo Recalcati)

 Nell’attendere l’Accolto abbiamo la grazia, del tutto particolare, di ascoltare quell’annuncio che fu dato a Maria, typos di Chiesa. Quanto è avvenuto deve ancora accadere.

 La liturgia ci pone non come semplici spettatori ma come protagonisti di quella vicenda.

Ecco, arriva il tuo salvatore” (Is 62,11d). Posti ad essere contemporanei all’evento.

 Anche in noi surge il medesimo interrogativo della Vergine: “come avverrà questo?” (Lc 1,34a). E’ la Chiesa-Madre ad interrogarsi.

 Nell’Avvento ci è dato di riscoprire il potenziale materno – atto a generare – del quale siamo investiti perché trovati “pieni di grazia” (Lc 1,28a). Tempo dell’attesa è tempo di madre, il solo a significare l’evento. Genitrice per grazia.

 L’Ecclesia è purificata da tale annuncio; ogni volta. Vergine la Madre. Vergine è resa la Chiesa; nonostante. “Rallégrati” (Lc 1,28a).

 Ogni nascita segna un benvenuto dato al futuro. Apertura al mondo che ci libera da un’egoità asfissiante. Significante di speranza nuova, che germina.

 “Chi è costui che viene?” (Is 63,1a). Chi è Costui che domanda accoglienza? Non diamo al mondo nulla del nostro; di tale sproporzione la Chiesa prende continuamente atto. E’ consapevole di dare quello che, anzitutto, a Lei è concesso. Per grazia.

 Annuncio che genera un atteggiamento pro-positivo: “siate lieti” (Fil 4,4b). Ci si rallegra per il nuovo che giunge. Affinché ogni situazione divenga occasione buona.

 Tempo di letizia perché alla Chiesa è detto “tu sarà chiamata Ricercata, Città non abbandonata” (Is 62,12b).

 “Il Signore è vicino!” (Fil 4,5b). Ultimi giorni di travaglio, rottura delle acque che rigenerano. Alla Chiesa-serva è dato di rivivere quella gestazione. “Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola” (Lc 1,38a).

 Attendere ci educa all’assunzione di responsabilità, alla maternità. Il femminile è essenziale nel processo di generazione, tempio sicuro. Sono, questi, giorni di gioia nell’imminenza di Una nascita di rinascita.

 Nell’attesa della Sua venuta.

Alessandro

Commenti

(function(i,s,o,g,r,a,m){i['GoogleAnalyticsObject']=r;i[r]=i[r]||function(){ (i[r].q=i[r].q||[]).push(arguments)},i[r].l=1*new Date();a=s.createElement(o), m=s.getElementsByTagName(o)[0];a.async=1;a.src=g;m.parentNode.insertBefore(a,m) })(window,document,'script','//www.google-analytics.com/analytics.js','ga'); ga('create', 'UA-60967609-1', 'auto'); ga('send', 'pageview');