Il termine ‘esercizio’ tanto al singolare quanto al plurale fa pensare ad attività commerciali o fisiche, al limite scolastiche. Non è immediato il riferimento allo Spirito. Ne parliamo con don Francesco Ghidini, chiamato a guidare gli Esercizi Spirituali della nostra comunità in questa seconda settimana di quaresima.

pFra: Sant’Ignazio di Loyola, nella sua opera, che per l’appunto titola Esercizi spirituali (1548), ci dice che come ci sono gli esercizi fisici così ci sono gli Esercizi spirituali. E lo scopo degli esercizi è proprio quello di esercitarsi,  nell’esame di coscienza e in tutto ciò che ha riferimento allo spirito. Lo spirito ha una sua immediatezza ma è anche un’arte, che si impara attraverso anche degli esercizi:  stare con il Signore non è una decisione banale ma richiede anche esercizio. Gli Esercizi Spirituali sono proprio il momento in cui ci si esercita, affinché questo possa esserci di aiuto nella vita.

Continuazione intervista

Testimonianza di una partecipante

 

Commenti

(function(i,s,o,g,r,a,m){i['GoogleAnalyticsObject']=r;i[r]=i[r]||function(){ (i[r].q=i[r].q||[]).push(arguments)},i[r].l=1*new Date();a=s.createElement(o), m=s.getElementsByTagName(o)[0];a.async=1;a.src=g;m.parentNode.insertBefore(a,m) })(window,document,'script','//www.google-analytics.com/analytics.js','ga'); ga('create', 'UA-60967609-1', 'auto'); ga('send', 'pageview');