1818 ca. Caspar_David_Friedrich_-_Wanderer_above_the_sea_of_fog

DESIDERIUM – metodo

 

 

E senti allora,

se pure ti ripetono che puoi

fermarti a mezza via o in alto mare,

che non c’è sosta per noi,

ma strada, ancora strada,

 

e che il cammino è sempre da ricominciare.

 

(Eugenio Montale)

 

 

Il tempo dell’attesa – avvento – di Uno che viene è preparato da una voce araldica.

 E’ preparazione di “via” (Mc 1,2c). Giovanni il battezzatore annuncia un metodo – (metà) mutamento, trasformazione, (odos) via, cammino – di attesa. Metodo a desiderare.

 A dire che Colui che viene ha modalità proprie. Per questo è chiesto di cambiare via.

 Perché il prima – a Lui – non interessa. E’ l’ora – hic et nunc – ad essere materia del Suo interesse. Attendere spinge sul dopo; mai sul prima.

 L’AdvenienteColui che sopraggiunge – è il “mistero nascosto da secoli in Dio” (Ef 3,9). Egli è Suo “progetto eterno” (Ef 3,11a). La casualità non è ammessa dal Divino.

 Per questo occorre prepararsi. E qualcuno che Lo prepari. Perché non accada che l’attesa sia vissuta con ansie da prestazione. O che ci si imbatti per caso. La preparazione educa il desiderio.

 Il non essere pronti rende estranei al fatto.

 Abbiamo anche noi, “per mezzo della Chiesa” (Ef 3,10a) – moderna preparatrice di evento -, bisogno di preparazione.

 Il metodo è quello della metànoia – cambiamento radicale di pensiero. E’ ciò che annuncia Giovanni: “conversione” (Mc 1,4b). Per attenderLo occorre cambiare il modo di pensare. Lasciarsi sopraffare dall’evento.

 Persino l’Egitto – nemico dell’alleanza – “in quel giorno” (Is 19,18a.19a.23a.24a) di conversione, si convertirà. Persino i duri di cuore, troveranno sulla via “un salvatore che li difenderà e li libererà” (Is 19,20b). Perché tutti hanno bisogno di Lui.

 Avvento è “voce che grida nel deserto” (Mc 1,3a); anche di uno solo. E’ annuncio di Uno che viene; nonostante.

 Ma occorre prepararsi; ci occorre un metodo al fatto. Perché le “impenetrabili ricchezze di Cristo” (Ef 3,8b) siano svelate. Perché rimanga mistero – alterità – ma non misterico – inaccessibile.

 Preparate la via del Signore” (Mc 1,3b). La voce pone il metodo nel sinodo – camminare insieme.

 Unica cura all’egoità prepotente che non lascia spazio ad Altro.

 Preparazione è processo al desiderio, in-compagnia-di. Insieme. E’ richiamo all’ecclesiale; annuncio pop. Perché su questa via, in fondo, ci si ritrova tutti.

 Avvento è questo prepararLo.

Alessandro

Commenti

(function(i,s,o,g,r,a,m){i['GoogleAnalyticsObject']=r;i[r]=i[r]||function(){ (i[r].q=i[r].q||[]).push(arguments)},i[r].l=1*new Date();a=s.createElement(o), m=s.getElementsByTagName(o)[0];a.async=1;a.src=g;m.parentNode.insertBefore(a,m) })(window,document,'script','//www.google-analytics.com/analytics.js','ga'); ga('create', 'UA-60967609-1', 'auto'); ga('send', 'pageview');