Il brano della seconda settimana di quaresima per noi ambrosiani è quello della Samaritana. Brano sempre ricco di spunti e di sorprese, fonte di chiarezza come chiara e pulita è l’acqua che Gesù rappresenta.

Confusione.

Nello stupendo dialogo fra il Maestro e la donna si aprono numerose porte, una è rappresentata dalla domanda chiara e forse anche leggermente provocatoria che la Samaritana ( interessante che non si faccia il nome ) pone a Gesù: “ dove è giusto adorare Dio ?”. Già allora i problemi etnici -samaritani vs giudei- si allargavano invadendo anche il campo religioso rendendo giusto e puro solo il proprio spazio o il proprio popolo. Anche allora, come ora, si sfuggiva il soggetto – Dio – per concentrarsi sull’oggetto – dove.

Dio diventa elemento secondario perché fondamentale è trovare il posto giusto, non il momento giusto.

2017.

Questa confusione oggi si è fatta ancora più complessa, ancora più esasperata direi che quasi è cresciuta ampliandosi e ramificandosi a tal punto che non riconosciamo nemmeno più Dio nascosto come è dai troppi tentativi di trovare il tempo giusto, il modo giusto, il luogo giusto, il prete giusto…. Troppe tante cose devono essere giuste per poter finalmente fare cosa…non ce lo ricordiamo più. Sommersi come siamo dal voler sempre e per forza trovare quella comoda giustizia che ci permetta di essere finalmente giusti. Ma se ritorniamo al brano ci accorgiamo che il Maestro non cerca il tempo giusto – siamo a mezzogiorno caldo terribile non è certo l’ora per il pozzo – non cerca nemmeno il luogo giusto – uomo donna al pozzo uguale a corteggiamento certo –

Insomma Gesù non si lascia distrarre da ciò che è marginale e punta dritto alla metà, al cuore della donna.

Una donna in ricerca, provata, orgogliosa, tenace. Una donna contraddittoria che vive dentro di se una disperata ricerca di pace e serenità che non riesce a trovare nella vita ma di cui lei ha un disperato bisogno. Bisogno che la spinge a un improbabile incontro che la segnerà e la cambierà fino a dimenticare dove sia giusto adorate Dio perché il Dio che cerca è lì di fronte a lei.

Claudio

Commenti

(function(i,s,o,g,r,a,m){i['GoogleAnalyticsObject']=r;i[r]=i[r]||function(){ (i[r].q=i[r].q||[]).push(arguments)},i[r].l=1*new Date();a=s.createElement(o), m=s.getElementsByTagName(o)[0];a.async=1;a.src=g;m.parentNode.insertBefore(a,m) })(window,document,'script','//www.google-analytics.com/analytics.js','ga'); ga('create', 'UA-60967609-1', 'auto'); ga('send', 'pageview');